Centro specializzato

Immagine01Il Centro è l'unione di Specialisti Chirurghi e Fisioterapisti uniti da passione e da competenze nella patologia della mano.

Leggi

Link Utili

LinkIn questa sezione abbiamo raccolto una serie di indirizzi web per approfondire l'argomento.

Leggi

Ambulatorio Online

Immagine01Per informazioni, chiarimenti o appuntamenti compilare il modulo collegato, risposta garantita entro 24/48 ore.

Leggi

Traumatologia della mano: i traumi della mano

Le mani sono la componente corporea più usate dall’uomo. Per questo motivo sono spesso vittime di traumi per incidenti domestici o anche incidenti sul lavoro e sportivi.

 

Lussazioni, ematomi, contusioni, infiammazioni e lesioni possono compromettere la funzionalità dell’arto qualora non vengano date adeguate cure; ecco perché è molto importante rivolgersi subito ad un chirurgo specializzato nella chirurgia della mano.

Rottura ossea a causa di uno schiacciamento per un pesante materiale, scivolare nella vasca da bagno, tagliarsi con strumenti affilati, incastrare la mano fra due oggetti. Questi sono solo alcuni dei più frequenti incidenti che provocano lesioni ossee, tendinee, nervose.

Nel caso in cui non vi sono lesioni interne ma solo esterne, come dolore e gonfiore, molto utile è la crioterapia, ossia la semplice applicazione del ghiaccio sulla zona interessata. Non bisogna applicare il ghiaccio per oltre le 48 ore perché il freddo potrebbe compromettere la procedura di guarigione dei tessuti. Il medico potrebbe prescrivere degli antinfiammatori col fine di ridurre il gonfiore e il dolore ma non sempre sono sufficienti queste terapie che in alcuni soggetti donano un sollievo temporaneo.

In caso di frattura del polso, delle dita o della mano, il medico potrebbe prescrivere anche la magneto terapia, grazie alla quale si ha un’accelerazione della rigenerazione del callo osseo.

Al momento della lesione, ci si deve rivolgere subito al pronto soccorso dove i medici agiranno con una radiografia per capire se vi sono lesioni ossee o meno. Invece, se vi è una lesione solo tendinea, il medico può optare per un’immobilizzazione del dito tramite una stecca, eliminando così l’intervento chirurgico qualora non lo ritenesse necessario.

È importante che il paziente venga seguito dall’inizio alla fine del suo percorso di guarigione. Si consiglia, dunque, di non sottovalutare i controlli post operatori e le terapie prescritte dal chirurgo.

Letto 1380 volte