Centro specializzato

Immagine01Il Centro è l'unione di Specialisti Chirurghi e Fisioterapisti uniti da passione e da competenze nella patologia della mano.

Leggi

Link Utili

LinkIn questa sezione abbiamo raccolto una serie di indirizzi web per approfondire l'argomento.

Leggi

Ambulatorio Online

Immagine01Per informazioni, chiarimenti o appuntamenti compilare il modulo collegato, risposta garantita entro 24/48 ore.

Leggi

Sindrome di De Quervain: cura, diagnosi e caratteristiche

Caratteristiche

La sindrome di De Quervain, conosciuta anche come tendinite di De Quervain (nome del chirurgo che la descrisse per primo) è l’infiammazione dei tendini che sono situati nel tunnel che collega il pollice al polso.

L’infiammazione porta all’ingrossarsi della guaina che racchiude i tendini e di conseguenza ad uno sfregamento molto doloroso per la mano. Il dolore può partire dalla punta del pollice fino ad espandersi lungo l’avambraccio, rendendo impossibile anche un movimento semplice come afferrare un oggetto o stringerlo.

Il Test di Finkelstein

Infatti, i medici di solito ricorrono al Test di Finkelstein per riuscire a capire se probabilmente il paziente abbia la sindrome o meno. Il test consiste nel posizionare il pollice all’interno del pugno della mano, per poi inclinare quest’ultima verso il mignolo, in basso. Se il paziente ha la tendinite di De Quervain allora, sicuramente, sentirà un dolore molto acuto nel provare il test.

La diagnosi

Spesso la sindrome si presenta in persone di mezza età, o anche in quelle che fanno lavori manuali, usano molto la tastiera del computer, usano scorrettamente il polso.
Se si riesce a diagnosticare la malattia agli stadi iniziali, si potrebbe ricorrere all’aiuto di tutori che terrebbero immobile la zona interessata, in modo tale da limitare i movimenti dei tendini e quindi di una ulteriore infiammazione.

La cura

Sotto prescrizione del proprio medico potrebbero essere assunti anche anti-infiammatori per ridurre anche il gonfiore del polso.
Se invece la malattia viene diagnosticata troppo tardi, si ricorre all’intervento chirurgico che avviene in Dayhospital, ossia che il paziente verrà dimesso il giorno stesso dell’intervento.

L’operazione avverrà con un’iniezione di anestetico sulla zona da trattare. Verrà fatta una piccola incisione di 2 o 3 cm, attraverso la quale il chirurgo distanzierà i tendini. Il tutto durerà dieci o quindici minuti. Il paziente dovrà portare in seguito un tutore per qualche settimana, una volta rimossa verrà sostituita da una fasciatura morbida.
Si consiglia di non usare e affaticare la mano per 3 o 4 settimane, in modo da agevolare una guarigione più veloce.

Letto 891 volte