Centro specializzato

Immagine01Il Centro è l'unione di Specialisti Chirurghi e Fisioterapisti uniti da passione e da competenze nella patologia della mano.

Leggi

Link Utili

LinkIn questa sezione abbiamo raccolto una serie di indirizzi web per approfondire l'argomento.

Leggi

Ambulatorio Online

Immagine01Per informazioni, chiarimenti o appuntamenti compilare il modulo collegato, risposta garantita entro 24/48 ore.

Leggi

Le lesioni tendinee

Nel caso delle lesioni tendinee, il trattamento consigliato è quello chirurgico. L’obiettivo riportare la continuità originaria del tendine restituendone anche la funzione primaria. I migliori risultati si ottengono soprattutto nel caso di trattamenti precoci. Le strategie da seguire i fase d’intervento sono condizionate dal tipo di lesione da trattare.

Infatti, nel casso di tendine tagliato completamente si può avere una retrazione del muscolo (l’effetto che si ha ricorda molto il comportamento di un comune elastico). In fase d’intervento si eseguirà una sutura tra i due capi del legamento. Il trattamento è diverso nel caso di tendine strappato. In questo caso, infatti, l’obiettivo sarà quello di fissarlo nuovamente all’osso. L’intervento, richiede, comunque, l’anestesia del solo arto superiore.

Il post-operatorio si contraddistingue per un periodo di immobilizzazione seguito da delle sedute di fisioterapia. Come in altri casi, la fisioterapia sarà fondamentale per completare il recupero in modo ottimale. Nello specifico potranno essere utilizzati tutori dinamici ed esercizi specifici per prevenire le aderenze tra il tendine ed i tessuti circostanti. In tal senso, è opportuno ricordare che le aderenze rappresentano un aspetto fisiologico della guarigione ma vanno considerate anche come una delle cause del possibile insuccesso dell’intervento chirurgico. In alcuni casi, dovrà essere eseguito un ulteriore intervento per poterle rimuovere.

Un trauma della mano, anche solo un taglio, può causare la lesione di tendini e nervi e, conseguentemente, incidere sulla funzionalità della mano stessa. In casi come questi, pertanto, è opportuno intervenire per ricostruire le strutture lesionate.Nel caso dei tendini è opportuno intervenire con suture specifiche ed, in seguito con un periodo di immobilizzazione seguito da una serie di cicli di fisioterapia della durata di alcune settimane. E’ opportuno considerare che il ripristino delle funzionalità del tendine è strettamente legato alla sede del trauma stesso.

L’intervento è eseguito con anestesia loco regionale e subito dopo è necessario realizzare un tutore che è confezionato all’interno della nostra struttura. La clinica riesce a garantire tutti i trattamenti della mano in modo completo. Sono necessarie circa sei settimane per ritornare a pieno alle proprie attività.La clinica dispone di un microscopio operatorio per poter eseguire ricostruzioni a livello venoso e sanguigno. Questa tipologia di interventi è stata sinora eseguita con successo anche in casi d’urgenza. Nel caso di lesioni nervose, i risultati che si possono ottenere dipendono in parte dalla tipologia di lesione e dalla tensione della sutura, oltre che dal nervo coinvolto e dalla collocazione della lesione stessa.

Infine, nel caso di lesioni più complesse è opportuno intervenire in più momenti o con interventi chirurgici più lunghi. Per questa ragione è necessario un ricovero di almeno 48 ore.

Letto 1135 volte