Centro specializzato

Immagine01Il Centro è l'unione di Specialisti Chirurghi e Fisioterapisti uniti da passione e da competenze nella patologia della mano.

Leggi

Link Utili

LinkIn questa sezione abbiamo raccolto una serie di indirizzi web per approfondire l'argomento.

Leggi

Ambulatorio Online

Immagine01Per informazioni, chiarimenti o appuntamenti compilare il modulo collegato, risposta garantita entro 24/48 ore.

Leggi

Artroscopia del polso e della mano

Con il passare degli anni, si sta riducendo sempre più l’invasività degli interventi chirurgici. L’artroscopia va proprio in questo senso. Difatti, permette di avere una visione diretta di tutte le parti che compongono le articolazioni sia del polso che della mano. Essa può essere utilizzata anche in fase di diagnosi poiché consente di comprendere al meglio ciò che c’è alla base di un dolore o di una lesione.

Sia il paziente che il chirurgo la apprezzano in quanto consente di intervenire chirurgicamente senza “aprire”. I vantaggi per il paziente sono evidenti sin dal post operatorio che può così essere più rapido e meno doloroso.

L’artroscopia consente di trattare patologie dei legamenti, della cartilagine o delle ossa. L'artroscopio, strumento utilizzato in questi casi,  ha un diametro di circa 2 mm ed è dotato di una lente angolata. E’ collegato ad un cavo a fibre ottiche e ad una telecamera che consente al chirurgo di osservare su di un monitor le parti che costituiscono l’articolazione. Come si può notare, si tratta di un modo completamente diverso di lavorare.

Il chirurgo della mano dovrà  eseguire le incisioni necessarie per introdurre lo strumento. In ogni caso, le incisioni sono piccole (solo pochi mm) a punto tale che non è necessario nemmeno suturare. Sarà sufficiente utilizzare specifici cerotti che in genere vengono rimossi dopo soli 7 giorni.

Dopo aver eseguito l’artroscopia, sarà necessario procedere con un bendaggio o un tutore allo scopo di immobilizzare il polso. A seconda della lesione si deciderà se optare per il bendaggio o il tutore e come impostare le sedute di fisioterapia.

Letto 1584 volte